Ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica

La Legge di stabiltà 2017 n.232 dell'11/12/2016, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 21/12/2016, conferma anche per l'anno 2017 la possibilità di usufruire della detrazione fiscale per lavori riguardanti Ristrutturazioni edilizie e per lavori di riqualificazione energetica.

La nostra ditta si avvale di consulenti esterni in grado di seguire a 360° l'iter burocratico relativo al reupero fiscale inerente le operazioni sia di Ristrutturazione edilizia che di Riqualificazione energetica.

Sgravi fiscali riconfermati anche per l'anno 2017

Legge di stabilità 2017

sgravi fiscali

La legge di stabilità per l'anno 2017 va a confermare e detrazioni fiscali sull’IRPEF già in essere nel 2016.

La proroga del bonus si allunga così di un anno con il credito di imposta del 50% per le ristrutturazioni abitative e per 5 anni per le riqualificazioni energetiche (ecobouns 65%)

La formula, come quella applicata l’anno scorso, comprenderà nell’ecobonus 65% anche le spese per antisismica, la rimozione dell’amianto e le schermature solari.

 

Contibuti Inail alle imprese per incentivare la sicurezza negli ambienti di lavoro

inail

Di cosa si tratta?

L'Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

 

Fondi a disposizione e tipologie di progetto

L'Inail, tramite il Bando Isi 2016, rende disponibili complessivamente 244.507.756 euro.

I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto:

 

Progetti di investimento

Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale

Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

 

Il contributo, pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di 130.000 euro (50.000 euro per i progetti di cui al punto 4), viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea).

 

Prima fase: inserimento online della domanda e download del codice identificativo

Dal 19 aprile 2017, fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, nella sezione “Accedi ai servizi online” del sito Inail le imprese registrate avranno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda.

 

Per accedere alla procedura di compilazione della domanda l’impresa deve essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi online (Nome Utente e Password). Per ottenere le credenziali di accesso è necessario effettuare la registrazione sul portale Inail, nella sezione "Accedi ai servizi online", entro e non oltre le ore 18.00 del 3 giugno 2017.

 

Dal 12 giugno 2017 le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, effettuandone la registrazione attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”, potranno accedere all’interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le identifica in maniera univoca.

 

Seconda fase: invio del codice identificativo (click-day)

Le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al finanziamento, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda e ottenuto mediante la procedura di download.

Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande, saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 12 giugno 2017.

Gli elenchi in ordine cronologico di tutte domande inoltrate, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento, saranno pubblicati entro sette giorni dal giorno di ultimazione della fase di invio del codice identificativo.

 

Terza fase: invio della documentazione a completamento della domanda

Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento dovranno far pervenire all’Inail, entro e non oltre il termine di trenta giorni decorrente dal giorno successivo a quello di perfezionamento della formale comunicazione degli elenchi cronologici, la copia della domanda telematica generata dal sistema e tutti gli altri documenti, indicati nell'Avviso pubblico, per la specifica tipologia di progetto.

 

LATTONERIA CAMUNA | 24, Via Sicula - 25040 Cividate Camuno (BS) - Italia | P.I. 02976490983 | Tel. +39 0364 45084 | Fax. +39 0364 45084 | lattoneriacamunasrl@legalmail.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy